D'Imporzano: "Crocieristi, previsto aumento del 10%"

D
31/01/2017 - RAVENNA - Da pochi mesi Ravenna Terminal Passeggeri è della turca Global Ports Holding.
Con Anna D'Imporzano, direttrice di Ravenna Terminal Passeggeri, facciamo il punto sul nuovo anno crocieristico.
Quali novità ha portato questo cambio societario?


“Partiamo dal nuovo presidente nominato dall’assemblea dei soci che è Stephen Xuereb, COO di Global Ports Holding. Come spiega GPH, Ravenna è nota nel mondo per i suoi mosaici, si trova in una posizione importante, vicino a Bologna, San Marino e Venezia. Firenze è facilmente raggiungibile grazie all’Alta Velocità ferroviaria. Ciò si inserisce in un interesse crescente del pubblico verso le crociere in Adriatico”.

Sono previsti nuovi investimenti?
“Al momento non sono previsti nuovi investimenti. Verrà però attivato il servizio di rifornimento idrico da banchina, non appena l’Autorità Portuale ci fornirà alcuni dati tecnici relativi all’erogazione, e verranno offerti nuovi servizi di sicurezza. L’impianto idrico e la strumentazioni di security derivano da investimenti di fondi del Progetto Easeaway, in collaborazione con la Provincia di Ravenna”.

Le previsioni 2017, per Ravenna, sono positive. A cosa è dovuta questa crescita?
“Le previsioni per il 2017 indicano un miglioramento rispetto al 2016 (+10%), in controtendenza rispetto alla maggioranza dei porti italiani. Lo scalo di Ravenna incomincia ad essere individuato con una precisa identità nel mondo delle crociere e le compagnie vogliono testare la port facility e la destinazione per poter arricchire la propria offerta”.

Quali nuove compagnie e nuove crociere?
“Alcune novità (Norwegian Cruise Line: 2 scali; P&O: 5 scali; Grand Circle Travel: 11 scali) e il rientro di compagnie che nel 2016 non avevano programmato scali a Ravenna (Aida Cruises: 2 scali MSC; 2 scali; Princess Cruises: 1 scalo)”.

L'incertezza di Venezia pesa sempre su Ravenna e l'Adriatico in generale?
“Le limitazioni di stazza per le navi da crociera ancora in essere a Venezia stanno in pratica imponendo lo stesso limite alle navi da crociera con itinerari in Adriatico”.

Parliamo del Terminal: come procede l'iter per la realizzazione di una stazione marittima vera e propria?
“Si stanno valutando le opportunità concrete di utilizzo di un nuovo terminal, in attesa che si completi l’iter per l’urbanizzazione delle aree limitrofe e la viabilità”.

« Torna all'elenco

Ultimi numeri

Grimaldi lines
TCR
Confartigianato Ravenna
Tramaco
Servizi tecnico-nautici
Spedizionieri internazionali Ravenna
Avvisatore Marittimo
CNA Imprese
Martini Vittorio
Compagnia Portuale Ravenna
Secomar
Macport
cmc
CSR
Ciclat
Romagna Acque
Intercontinental
Banca Popolare di Ravenna
Exportcoop
Simap
Corship spa
Agmar
CNA Ravenna
Fiore
Raffaele Turchi
Coface
Le Navi - Seaways
T&C
Consar Ravenna
Cassa di Risparmio di Ravenna
Sers
Columbia Transpost
Bambini Ravenna
Zanini