80 milioni di euro per la progettazione europea

D'Agostino: "Ricerca e formazione una priorità"

80 milioni di euro per la progettazione europea
21/06/2017 - TRIESTE - 80 milioni di euro di budget, con un cofinanziamento variabile da progetto a progetto tra il 20 e il 100%, pari a circa 15 milioni di euro. Sono queste le risorse a disposizione dell'AdSP per il settore della progettazione europea.

Ampio il ventaglio dei programmi di finanziamento a cui l’Authority è riuscita ad attingere: CEF (Connecting Europe Facilities), Horizon 2020, Interreg Med, Interreg Spazio Alpino, Interreg Central Europe e Interreg ADRION.

Sono invece ben 9 i progetti di cui l'Ente è attualmente partner: dalle infrastrutture (NAPA4CORE e Adri-Up) alla mobilità sostenibile per i crocieristi (LOCATIONS), dall’ICT (PORTIS) alla progettazione di misure per la sostenibilità ambientale (SUPAIR, TalkNET), dallo studio per ottimizzare il trasporto ferroviario (AlpInnoCT, ISTEN) a quello per rendere più efficiente la collaborazione tra i diversi stakeholder portuali (Clusters 2.0).
Sono attualmente in fase di valutazione anche altri 5 progetti.

Per il presidente Zeno D’Agostino: "Rafforzare il settore della ricerca attraverso i finanziamenti comunitari, nazionali e regionali è una priorità. In un porto competitivo serve una strategia che non valorizzi solo lo sviluppo delle infrastrutture, ma anche i settori della conoscenza e dell’innovazione, nonché il dialogo continuo con gli enti di formazione e ricerca del territorio.

Oggi si è competitivi solamente se si è in grado di seguire l’evoluzione tecnico organizzativa del mercato. Ecco perché negli ultimi anni abbiamo investito nel campo della ricerca e sviluppo, potenziando il settore interno ad essa dedicato anche attraverso le recenti nuove assunzioni di giovani brillanti ricercatori.

I progetti finanziati sono solo il risultato più evidente di questa strategia, che si completa con un lavoro continuo di innovazione e progettualità logistica condiviso con gli operatori del porto e dell’industria del territorio. Questo oggi fa la differenza per uno scalo come il nostro, ed i risultati in termini di aumento della competitività, di traffici, di occupazione e di valore creato ne sono la concreta testimonianza".


Porto Ravenna News

Grimaldi lines
Coface
Banca Popolare di Ravenna
Fiore
Ciclat
Agmar
Spedizionieri internazionali Ravenna
Macport
Raffaele Turchi
Secomar
Martini Vittorio
CNA Imprese
Bambini Ravenna
Sers
Compagnia Portuale Ravenna
Zanini
Tramaco
Simap
Intercontinental
TCR
Servizi tecnico-nautici
cmc
Consar Ravenna
Le Navi - Seaways
Columbia Transpost
CNA Ravenna
T&C
Cassa di Risparmio di Ravenna
Avvisatore Marittimo
CSR
Corship spa
Romagna Acque
Confartigianato Ravenna
Exportcoop