Parte il recupero del mercantile affondato

La Gokbel è a 2,2 miglia dal porto

Parte il recupero del mercantile affondato
19/05/2015 - Ravenna - Entrano oggi nel vivo i lavori di recupero del relitto del mercantile Gokbel, affondato a 2,2 miglia dal porto di Ravenna. 
Sarà il pontone Italia (lungo 72 metri, largo 30, con una gru capace di sollevare mille tonnellate e con sedici membri di equipaggio)  a far rigalleggiare lo scafo. 

Il cantiere in mare è allestito. Con il pontone Italia della Neri, ci sono il pontone Dario, la Secomar e la Marine Consulting.
 
In mare, a 2,2 miglia dalla costa, sono terminate le operazioni di ancoraggio del pontone. Oggi, o molto più probabilmente domani, inizieranno le manovre di recupero vere e proprie.

Il relitto è a una cinquantina di metri dal pontone, con lo scafo rosso che emerge, capovolto. Sarà proprio in questa posizione, che la gru dell’Italia lo porterà fuori dall’acqua. Terminata questa prima operazione, entreranno in attività i saldatori per chiudere con un rettangolo d’acciaio di 25 metri quadrati la falla apertasi in seguito alla collisione. Terza fase: la Gokbel verrà fatta ruotare su se stessa, per galleggiare normalmente. A questo punto sarà pronta per essere trainata nel cantiere prescelto per la demolizione.
Il lavoro non sarà assegnato ad un’azienda italiana. La nave finirà in Turchia o in Montenegro. 


Porto Ravenna News

Grimaldi lines
Exportcoop
Romagna Acque
Confartigianato Ravenna
Zanini
Cassa di Risparmio di Ravenna
Bambini Ravenna
Simap
Banca Popolare di Ravenna
Columbia Transpost
Servizi tecnico-nautici
Agmar
Raffaele Turchi
TCR
CSR
Coface
Martini Vittorio
Secomar
Avvisatore Marittimo
Ciclat
T&C
Sers
Macport
cmc
Spedizionieri internazionali Ravenna
Consar Ravenna
Corship spa
Fiore
Tramaco
CNA Ravenna
CNA Imprese
Compagnia Portuale Ravenna
Le Navi - Seaways
Intercontinental